martedì 17 novembre 2015

#4 Travel Is Always BeautyFull : Londra

Londra è una delle città in cui torno sempre volentieri e ci torno almeno una volta all'anno.
E' una città caotica ma di un caos ben organizzato e rispettoso, ha 12 linee della metropolitana (tube) e innumerevoli bus (double-decker), ha circa 21000 taxi neri (black cabs) che sfrecciano per le strade e circa 200 cabine telefoniche originali (telephone boxes) non più usate per lo scopo originario.

"Quando un uomo è stanco di Londra è stanco della vita perchè a Londra 
si trova tutto ciò che la vita può offrire" S. Johnson


COME ARRIVARE
Ci sono 4 aeroporti nella capitale : London Heathrow, London Gatwick, London Stansted e London Luton. Io ho viaggiato quasi sempre con Easyjet con partenza da Milano Malpensa e arrivo a London Gatwick.

Dall'aeroporto si può prendere la linea dei treni Southern (biglietto 15,30 sterline) che porta a London Victoria. In alternativa, per la stessa destinazione, c'è il treno Gatwick Express (biglietto (19,80 sterline). Entrambi i treni impiegano circa 40 minuti per raggiungere la città: la differenza è che il servizio Gatwick Express è diretto mentre la linea Southern fa un paio di fermate intermedie.
Io ho sempre scelto di arrivare a London Victoria ma i treni fermano anche in altri punti di Londra: valutate quindi voi dove vi è più comodo arrivare.
In alternativa ci sono anche pullman e taxi di cui però non ho esperienza.

nota: se viaggiate in più di 3 persone vi consiglio di valutare i trasporti con il Gatwick Express perchè potete pagare il biglietto il 50% in meno

COME SPOSTARSI
Appena arrivate a Londra andate in una stazione della metropolitana per fare la Oyster Card.
Vi sarà utile per caricare gli abbonamenti (giornalieri, settimanali o mensili) che pagherete a un prezzo convenzionato. La Oyster Card vi costa 5 sterline che vi verranno restituite se decidete di riconsegnarla a fine soggiorno. Vi faccio un esempio: io sono stata a Londra per 3 giorni e ho speso 25 sterline (5 sterline di caparra + 20 sterline per le travel card giornaliere). La travel card giornaliera, che vi consente di spostarvi illimitatamente su metro e bus, costa 6,40 sterline se possedete la Oyster Card (altrimenti 12 sterline). Tutti i soldi che vi rimangono sulla Oyster Card vi verranno restituiti insieme alla caparra al momento della riconsegna della tessera.
Al momento in cui decidete di acquistare gli abbonamenti fate attenzione alle zone della città in cui pensate di spostarvi. I prezzi che vi ho indicato sono validi per spostamenti nelle zone 1-2 
che sono le più centrali. 

In ogni stazione della metropolitana trovate la mappa in formato tascabile da portare con voi.

Nelle metropolitane la Oyster Card, o comunque il biglietto che farete, andrà fatto passare nei tornelli sia all'entrata che all'uscita. Fate attenzione ad appoggiare bene la carta sulla placca del tornello : negli orari di punta c'è sempre molta gente e i tornelli non fanno neanche in tempo a chiudersi. Il rischio è quello di passare dal tornello del passeggero precedente e risultare che non siete mai usciti dalla metropolitana. In questo caso al passaggio successivo vi applicano una sorta di multa.

Viaggiare con la metropolitana è sicuramente più veloce ma vi assicuro che prendere il bus a due piani è una bella esperienza (soprattutto se riuscite ad accaparrarvi i posti in prima fila al secondo piano).
Dovete mettere in conto il traffico ma avete modo di fare percorsi che probabilmente non fareste quindi se avete un po' di tempo concedetevelo!
Sul bus la Oyster Card andrà fatta passare solo al momento della salita.

LA CITTA'
Londra è una città grande ma in 5-7 giorni si riesce a vedere molto tenendo conto che si può girare anche a piedi. Le guide turistiche che ho consultato prima dei viaggi indicano molto bene tutto quello che c'è da vedere: ho deciso quindi di raccontarvi quello che io torno sempre a vedere e 
quello che più mi piace. 

Non sono mai stata fortunata con il tempo metereologico: spesso il cielo e nuvoloso e pioviggina oltre che esserci vento sul lungo Tamigi. Nei negozi e nella metro, in compenso, si muore di caldo in inverno quindi vestitevi a strati e ricordatevi ombrellino e sciarpa.

I musei sono quasi tutti gratuiti mentre per entrare nelle chiese spesso bisogna pagare.

COSA VEDERE ASSOLUTAMENTE

1. da Marble Arch a Kensington Palace
Una delle più belle passeggiate che vi posso consigliare è quella che parte da Marble Arch
attraversa Hyde Park e arriva fino a Kensington Palace - Kensington Garden.
E' una passeggiata piuttosto lunga, mettete in conto almeno una mattinata ma ne vale decisamente la pena. Il parco è una zona verde molto estesa e molto rilassante nonostante siate circondati da gente che corre e che fa ginnastica (invidia!).

Horse at Water e Marble Arch
Hyde Park

Costeggiate il lago Serpentine e arrivate fino al Diana Princess of Wales Memorial: una fontana inaugurata nel 2004 che per la sua forma ricorda una collana.
Arrivate fino al Lido e poi, sempre costeggiando il lago, entrate nei Kensington Garden.
Qui potete gironzolare tra i giardini all'italiana e il Round Pound, il laghetto di fronte a Kensington Palace, potete fotografare scoiattoli e bervi un caffè. Se avete bambini potete andare al Diana Memorial Playground, il parco giochi gratuito in cui gli adulti possono entrare solo se accompagnati dai bambini.

The Lido Café Bar - Hyde Park

E' obbligo cercare la statua di Peter Pan di George Frampton all'interno dei Kensington Garden.

Peter Pan - Kensington Garden

Una volta arrivati a Kensington Palace, che è possibile visitare, potete decidere se proseguire il vostro giro verso Notting Hill oppure verso il Royal Albert Hall, (Victoria and Albert Museum e Museo di Storia Naturale) e la zona di Knightsbridge dove c'è Harrods.

2. Covent Garden
Tappa fissa in qualunque periodo dell'anno ma è nei mesi invernali che da il meglio di sè.
Ogni anno decorazioni diverse addobbano l'Apple Market e verrete circondati da profumi e da un'atmosfera magica. Quest'anno rami di vischio e mirror balls sono stati appesi alla struttura in ferro e vetro mentre all'esterno una gigante renna argentata sulla slitta diventerà il simbolo di questo Natale. A Covent Garden potete curiosare tra le bancarelle del Jubilee Market o nei negozi delle vie circostanti.

Apple Market

3. Dalla Torre di Londra a St. Paul

Anche questa è una passeggiata molto bella ma molto lunga. Potete, però, decidere di farne solo una parte oppure di dividerla in più giorni. Arrivate alla Torre di Londra (fermata Tower Hill) che potete visitare ed è uno dei punti belli per fare fotografie sul fiume. Proseguite ,poi, salendo sul Tower Bridge che vi porta sull'altra sponda del Tamigi. 
Di questa zona mi piace l'antico che si mescola con la modernità. 
Grattacieli altissimi che fanno da background alla Londra storica.

Tower of London
Tower Bridge

La vista che si ha dalla Torre di Londra è quella della zona di Southwark: il City Hall, realizzato da Foster nel 2002, soprannominato "uovo mal riuscito" è un edificio a 10 piani che ospita la Greater London Authority. Sullo sfondo "The Shard" il grattacielo più alto dell'Unione Europea inaugurato nel 2012 e opera dell'architetto Renzo Piano.

City Hall e The "Shard"

Lungo il Tamigi c'è molto vento ma lo spettacolo è sempre affascinante.
La passeggiata dal Tower Bridge vi porta fino alla zona dei Bourogh Market, la Hays Gallery, Southwark Cathedral fino ad arrivare al Shakespeare's Globe: teatro riaperto nel 1997 dopo che è stato ricostruito utilizzando i materiali originali (legno e paglia).
Se ancora non siete stanchi potete visitare la Tate Modern che si trova proprio a fianco: collezione di arte moderna racchiusa all'interno della centrale elettrica dismessa di Bankside. L'edificio è stato ristrutturato dagli architetti Herzog e De Meuron. La visita è gratuita e potete salire fino al Cafè dell'ultimo piano per godere di una bella vista sulla città.

Tate Modern

Uscendo dalla Tate Modern troverete di fronte a voi il Millenium Bridge,  ponte pedonale di N. Foster realizzato per il nuovo millennio che vi riporta sulla sponda del Tamigi da cui è partita la nostra passeggiata e più precisamente vi porta ai piedi della Cattedrale di St. Paul.
Per me, questo attraversamento è uno dei più suggestivi.
La visita alla Cattedrale è a pagamento. Potete ammirarla gratuitamente durante 
le funzioni religiose mantenendo una certa discrezione.

Millenium Bridge

St. Paul Cathedral

Da St. Paul potete prendere la metropolitana (o bus) e spostarvi in un altro punto della città oppure proseguire a piedi lungo lo Strand, via di negozi, che arriva direttamente a Trafalgar Square.

4. British Museum
Se mi dovessero chiedere di consigliare un solo museo di Londra direi senza dubbio il British Museum: è uno dei più importanti ed ha una collezione ricchissima che va dall'arte egizia all'arte asiatica passando per la Grecia e le antichità romane.
Potete arrivarci con la metropolitana (fermata Russel Square) oppure con i bus.
L'accesso al museo è caratterizzato da un porticato di colonne neoclassiche e quando entrate verrete avvolti dallo spettacolo della cupola in vetro di N. Foster che copre quella che era la corte del museo.
Il mio consiglio è quello di vedere la cupola con la luce del giorno perchè con il buio è meno percepibile e meno di impatto. 

British Museum

Il museo è diviso su tre piani ed è immenso. Potete girare liberamente oppure andare a vedere solo le cose più importanti. Sulla piantina che prendete all'ingresso ci sono tutte le indicazioni.

Cupola in vetro - British Museum

DOVE MANGIARE
Vi consiglio i posti già collaudati nei miei viaggi anche se a Londra c'è veramente l'imbarazzo della scelta tra pub, catene, ristoranti e street food che offrono cibo tipicamente inglese oppure di qualsiasi altra nazionalità:

- The Golden Hind (73 Marylebone Lane una traversa di Oxford Street)
E' considerato il posto dove fanno il miglior fish and chips. Io ho provato la fishcake che è altrettanto eccezionale: una polpettona a base di merluzzo, patate e prezzemolo. La particolarità di questo posto è quella di non servire alcolici ma potete portarli da casa. Prezzi bassi e atmosfera molto semplice.
- Byron Hamburger (33-35 Wellington Street - Covent Garden)
Nella città ne trovate diversi ma io ritorno sempre in quello di Covent Garden.
Gli hamburger sono eccezionali e come patatine vi consiglio le Skin on Chips che sono più sfiziose rispetto alle classiche French Fries. Spesso c'è un po' di coda all'ingresso soprattutto per la cena ma noi un posto l'abbiamo sempre trovato anche senza prenotare.
- Poppies ( 6-8 Hanbury Street - Spietafields Market)
Atmosfera anni '50 (anche le cameriere sono vestite come quegli anni), musica di sottofondo 
e ottimo fish and chips che potete prendere anche d'asporto. Nel 2014 è stato vincitore del The National Fish and Chips Award. Il locale è in una via appena fuori dai mercatini di Spitafields ma all'interno dei mercatini c'è anche un piccolo corner in cui potete mangiare.

Fish and Chips da Poppies

- Nando's (107-108 Wilton Road - Victoria)
Ho messo l'indirizzo del posto in cui sono stata ma Nando's è una catena che trovate dislocata per tutta la città. Se avete voglia di pollo, ali di pollo fritte o carne in generale questo è il posto giusto. Un po' stile messicano : per le pietanze che scegliete dovete indicare il grado di "piccantezza" che preferite.
- Giraffe (35 James Street una traversa di Oxford Street)
Se avete voglia di un hamburger nel bel mezzo di una giornata di shopping questo è il posto giusto.
Ottimi i cocktails e buona anche la fresh lemonade che vi servono in una jar di vetro.

Fresh Lemonade da Giraffe

Quasi tutti i posti in cui siamo stati servono gratuitamente Tap Water (acqua del rubinetto) 
spesso con una fettina di limone. In alcuni posti il servizio non è incluso e quindi vi verrà accreditato al momento del pagamento del conto, in altri posti non ci sono supplementi di costi e in altri ancora vi chiederanno se volete lasciare una mancia (soprattutto se pagate con la carta di credito vi chiederanno se volete aggiungere qualcosa per il servizio al tavolo). Valutate voi cosa fare. 

CURIOSITA'
- a Londra ci sono moltissimi parchi e ancor di più ci sono moltissimi platani non solo negli spazi verdi ma anche per le strade. Platanus x acerifolia è la specie più diffusa che è un incrocio tra la specie orientale e quella occidentale. E' un albero fortissimo, molto resistente alle variazioni climatiche e molto longevo. Se andate a Brunswick Square troverete un platano con una circonferenza di 7 m.

BIBLIOGRAFIA
1. 111 luoghi di Londra che devi proprio scoprire di John Sykes ed. Emons
anche in questo caso, come per Amsterdam, è un libro che ho preso in biblioteca e 
che consiglio solo se già conoscete Londra a memoria e volete fare un itinerario meno turistico 
2. Londra guida Touring Club Italiano
è una buona guida che io ho acquistato qualche tempo fa in edicola. Ci sono anche delle immagini e delle piccole piantine che aiutano a orientarsi nella città.
3. http://www.visitlondon.com/it
è la guida ufficiale della città che vi può essere di aiuto per l'organizzazione del viaggio



Buon viaggio!


4 commenti:

  1. sono stata a londra nel 96. ero giovanissima, ma la porto sempre nel cuore, è bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Marzia è una città veramente meravigliosa!

      Elimina
  2. Sono stata a Londra tanto tempo fa ma ho due ricordi perfettamente nitidi nella mente : la sala con le sculture del Partenone al British e il meraviglioso museo di storia naturale . Vorrei riuscire a portare i miei bimbi prima o poi! Grazie per questo tuo post lo giro subito ad una mia amica che andrà a Londra a fine mese! Buona giornata. Giorgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giorgia! grazie per i tuoi ricordi!! sono sicura che i tuoi bimbi l'adoreranno perchè Londra incanta tutti! Spero che la tua amica si trovi bene e che trova qualche spunto dal mio post..fammi sapere. Un abbraccio

      Elimina

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...